sesso tantrico

Che cosa è il sesso tantrico ? Come funziona?

Il sesso tantrico fa parte delle pratiche sessuali che, consentirebbero (in condizionale è d’obbligo) di prolungare i rapporti sessuali facendoli durare anche sette/otto ore di seguito. Tutto questo senza che le persone coinvolte siano stanche o abbiano cali del desiderio.

Spesso si è portati a pensare che il sesso tantrico sia poco più di una leggenda ma non è così. Rientra nella famiglia allargata delle discipline orientali. In pratica parliamo di un modo diverso di concepire il sesso e la sessualità. Secondo gli esperti con cui abbiamo parlato questo tipo di sesso non avrebbe il solo scopo di allungare l’atto sessuale in se ma anche e sopratutto quello di riaccendere la passione in caso di calo del desiderio.

Purtroppo però non è possibile praticare il sesso tantrico a comando. Questo perché questo tipo di pratica richiede un esercizio costante e pazienza.

Perché sesso tantrico?

Il termine tantra deriva un’antica lingua indiana, la lingua sanscrita.

Il parola tantra indica un insieme di pratiche e riti sessuali che vengono considerati sacri. Permettono alla mente e al corpo di liberarsi provando in questo modo sensazioni uniche.

Secondo, André Padoux famoso indologo francese, l’universo tantrico possiede una serie di caratteristiche molto peculiari.

  • Segretezza: le pratiche sviluppate e le dottrine seguite devono avere il dono della segretezza
  • Immanenza: gli esseri umano e l’universo in cui vivono sono permeati e avvolti da energia divina
  • Trasmissione: il tantrismo deve essere trasmetto da maestro a maestro
  • Mantra: la parole è fondamentale. Questa assume un ruolo centrale in tutte i riti e in tutte le pratiche. I mantra acquisiscono un ruolo principale. Alcuni di questi rappresentano la forma fonica delle divinità.

Il sesso tantrico quindi, nell’accezione occidentale, è una pratica sessuale. La differenza sostanziale rispetto a tutte le altre pratiche di questo tipo viene rappresentato dal fatto che l’orgasmo non si limita a un fattore fisico ma arriva all’anima, detto anche orgasmo dell’anima. Secondo chi l’ha provato i due tipi di orgasmi sono diversi. IL secondo, quello dell’anima, sarebbe completamente diverso dal primo di tipo fisico. Sarebbe un tipo di orgasmo molto più intimo e profondo e non fisico.

L’orgasmo dell’anima viene anche chiamato orgasmo di valle.

In altre parole questo tipo di orgasmo rifugge che dopo il rapporto dobbiamo rivestirvi o andare a dormire. Il momento del sesso è sacro e come tale deve essere trattato. L’orgasmo di valle ci porta a godere del momento, senza rimanere impreparati da quello che di solito viene chiamato periodo refrattario che porta alla sonno dopo il coito.

Come si pratica il sesso tantrico?

In sesso tantrico segue la filosofia che permette di avere sensazioni d’intimità e pienezza sia durante il rapporto sia dopo il rapporto. Le pratiche orientali del tantra come di un tipo di sesso sacro e vede, nella sua disposizione originale un uomo e una donna. Questi rappresentano il Dio Shiva e la Dea Shakti. L’uomo rappresenta quindi, nella sua sacralità il Dio Shiva, la donna la Dea Shakti.

In questo tipo di rapporto sessuale e sacro la donna ha un ruolo di responsabilità. Deve trasferire l’energia fredda all’uomo che ha il compito di trasformarla in calda.

Come dicevamo precedentemente per arrivare a svolgere correttamente e con successo il sesso tantrico è necessario tempo e pratica. È necessario quindi, sin da subito, l’ascolto di se stessi e del proprio partner. È molto importante capire quale tipo di stimolazione provoca emozione e in quale intensità.

È necessario eliminare lo stress e approcciarsi a questo nuovo tipo di sesso senza preconcetti in modo libero e concentrato. Concentrarsi sul proprio singolo respiro aiuta ad amplificare ogni sensazione sul sesso e ad amplificarla in modo da capire cosa si sta facendo e dove si sta andando.

Sopratutto all’inizio, quando si inizia e si è alle prime armi può essere utile cercare una situazione che permetta di essere a proprio agio, cercando un’atmosfera rilassando, magari con l’aiuto di candele o luce suffuse. Questo per poter trovare maggiore intimità e assaporare il silenzio e il piacere.

Tutte queste azioni hanno il compito di poter vedere e approcciare a un nuovo tipo di sesso che possa fa arrivare a un piacere fisico ma che permetta di avere un contatto più profondo con il proprio partner.

Posizioni sessuali e sesso tantrico

Posizioni sesso tantrico

Esistono diverse posizioni nel sesso tantrico. Alcune però possono risultare più semplici, almeno inizialmente, per trovare sintonia con il partner.

Le posizioni sessuali tantriche, avendo molto in comune con lo yoga (essendo comunque entrambi filosofie orientali), possono rimanere un po difficili, sopratutto a livello di equilibrio e forza. È necessario quindi approcciarle facendo qualche esercizio preliminare.

Alla base del sesso tantrico c’è il ribaltamento di quello che è il ruolo maschile e femminile.

Una delle posizioni più comuni è quella della posizione del loto. Questa posizione prevede che l’uomo stia seduto e la donna sia a sua volta seduta sulle sue cosce e lo avvolge in un intimo abbraccio, dondolandoci e cullandosi ritmicamente.

La posizione chiama sedia bollente vede invece l’uomo seduto sua una sedia con la schiena ben appoggiata allo schienale della stessa, con la donna seduta con le sue gambe appoggiate sulle sue spalle.

Quale differenze ci sono tra sesso tantrico e sesso tradizionale

La maggiore differenza sta nella varietà delle posizioni e sopratutto nella durata.

Il sesso tantrico prevede l’utilizzo di diverse tecniche e maggiore consapevolezza del proprio corpo e di quello del partner.

Quindi maggiore qualità e quantità. Cosa da non sottovalutare quando si cerca di avere momenti di benessere in pieno relax.

Come imparare il sesso tantrico

Ci sono quattro concetti importanti per arrivare a fare del buon sesso tantrico.

  • Vivi il presente. Ora e adesso (Hic et nunc). Sii consapevole del tuo corpo e ascoltalo. Ascolta i respiri, guarda il tuo partner sempre negli ogni e ama ogni dettaglio del suo corpo. Non pensare a cosa dovrai fare dopo, a quali impegni avrai e a quanto è piena la tua agenda lavorativa. Vivi il qui e ora. Baciarsi, toccarsi. Senza pregiudizi
  • Ritmo e movimento. Sono un aspetto fondamentale. Muoversi alla stessa velocità e ritmo permette di sprigionare energia sessuale e armonia. Niente foga o velocità. Deve essere un momento rilassante in cui la lentezza e la tranquillità devono fare da padroni.
  • Respirazione. Prolungare il piacere tramite il controllo del respiro. Il massimo sarebbe riuscire a sincronizzare il respiro in modo da andare alla stessa identica velocità.
  • Piacere prolungato. Le sensazione saranno più profonde quanto più riuscirete a rimandare l’orgasmo. Non è necessario neanche una erezione completa. Per riuscire a mantenere l’erezione potente ma è sufficiente che il pene rimanga dentro di lei per stimolarlo con i muscoli pelvici prolungando così il piacere e facendolo aumentare di intesità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.